E-marketing

Determinare i clienti con efficacia, differenziarli, analizzarli e stabilire una comunicazione efficace verso gli acquirenti in linea per comprendere meglio le loro necessità

È importante! !

Nel 2010, mentre il 92% dei consumatori americani dichiara fare ricerche on-line su prodotti o servizi prima di comperarli, il web si è organizzato per provare a rispondere al massimo a questi ricerche. Il web si distingue dai mass media di massa. Numerosi attrezzi e leve su Internet permettono di mettere il segno davanti e rendere i prodotti visibili per rispondere a necessità precise.

Apparire dove occorre e quando occorre

Una delle più grandi evoluzioni è il posto preponderante del référencement (pagante e gratuito) e la sua strategia “di lunga coda”. In effetti per mezzo di questa pratica, è possibile captare molto più di un occhio passivo ma una ricerca attiva di un internaute. Il web vi permette di apparire sulle richieste che li interessano e che sono suscettibili di generare un atto d’acquisto tutto associando in indicatori di redditività controlli. Tuttavia, di fronte alla molteplicità del contenuto e delle pagine, la concorrenza fa collera per farsi un posto in cima del manifesto! È per questo che diventa molto importante che i segni si piazzano su tunnel d’acquisizione chiaramente identificati.

Verso una visibilità sociale ?

Così Internet offre una possibilità di aumentare la sua visibilità senza costo di comunicazione grazie al référencement naturale, o investendo denaro per ottenere una visibilità determinata grazie al référencement pagante ed al posizionamento di prodotto in comparatori di prezzo e di parere. Ma con l’esplosione delle reti sociali, la chiave della visibilità su Internet non passerà soltanto per attrezzi tecnici o un controllo finanziario ma anche mediante un controllo sociale della sua visibilità.

Il référencement: oltre alla natura

Oltre al lavoro d’ottimizzazione di pagine orientate “SEO friendly” o d’ottimizzazione di offerte per ottenere il buono RE su Adwords, diventa importante per i segni di rendersi visibile in siti dove i internautes vengono confrontati i prodotti alla concorrenza. Esistono allora le località comparatori di prezzi prodotti che rappresentano, ad esempio, un tunnel utilizzato dal 75% dei francesi per scovare i buoni piani vacanze nel 2010. Essere presente sui comparatori di prezzo richiede una politica tariffaria studiata ed un lavoro di référencement seguito di ottenere costi d’acquisizione interessanti

Con l’arrivo del web 2.0. ed il omnipresenza dei pareri dei internautes, le imprese devono essere pronti non soltanto a confrontare il loro prezzo ma anche vedere pubblicamente la percezione del loro cliente. Con l’aumento in potenza delle reti sociali, è forte a scommettere che la cifra del 24% degli acquirenti americani su Internet che dichiarano introdurre le reti sociali nel loro passo d’acquisto aumenterà! Occorre dunque che le imprese siano pronte affinché i loro messaggi diffusi siano trasmessi sulle reti sociali.